traduzione mancante: en.general.general.skip_content

Il carrello

Chiudi Carrello

Riscrittura delle regole della realtà virtuale: parte II

Dr Joe Dispenza / 07 maggio 2021

Rewriting the Rules of Virtual Reality: Part II

Di tanto in tanto nei videogiochi, nei film o in altri supporti elettronici, i creatori inseriscono quelle che vengono chiamate "uova di Pasqua". L'origine di questo termine risale al 1979, quando Steve Wright, direttore dello sviluppo software presso la Divisione consumatori Atari, lo usò per descrivere un messaggio nascosto nel videogioco Atari chiamato Avventura. In questo contesto, le uova di Pasqua sono diventate messaggi, immagini o caratteristiche nascoste che conferiscono al giocatore poteri speciali, amuleti magici o informazioni necessarie che consentono loro di avanzare al livello successivo.

All'insaputa della maggior parte delle persone, c'è un uovo di Pasqua in questa realtà tridimensionale in cui viviamo ed è sempre stato con noi, nascosto in bella vista, aspettando solo che ognuno di noi lo scoprisse. Quell'uovo di Pasqua è energia, il cui potere risiede nella concentrazione diretta della nostra attenzione e consapevolezza. Pensala in questo modo: se la nostra realtà 3D fosse un gioco, il nostro focus e la nostra consapevolezza sarebbero il amuleto di questa dimensione, un amuleto che molte persone, aziende, governi e leader tentano di competere e cercano di manipolare, spesso per il proprio potere, scopo o guadagno finanziario.

La buona notizia è che, visto che sei l'eroe d'azione di questo gioco, visto che sei un essere sovrano e senziente, sai di non darlo via, perché sai che il potere creativo dell'amuleto risiede nel potenziale generativo di dove dirigi questa concentrazione di energia.

Torniamo ora alla metafora della realtà virtuale da Parte I, facciamo un ulteriore passo avanti e diciamo che, quando indossi il visore VR, ti trovi in ​​un labirinto. Per il bene di questa scrittura, chiamiamo un labirinto una matrice a più livelli. Secondo il dizionario, la matrice è definita come "qualcosa che costituisce il luogo o il punto da cui qualcos'altro ha origine, prende forma o si sviluppa". Il tuo compito come eroe d'azione è trovare la porta fuori dalla matrice. Quando passi attraverso quella porta, non solo scappi dalla matrice del labirinto, ma ne ottieni una vista a volo d'uccello.

Se fosse così, allora ogni volta che sei sfuggito al labirinto esistente, che a sua volta ti permetterebbe di vederlo da un livello superiore, ne avresti una comprensione molto maggiore. Detto in un altro modo, lo vedresti da un'altra dimensione.

Dovresti essere d'accordo allora che vedere il labirinto dall'alto sarebbe quasi come ricevere la mappa che ti mostra la porta per uscire dalla matrice, no? Ciò significa che ogni volta che rimetti gli occhiali VR avrai più conoscenze sull'essere nel labirinto. Pertanto, saresti in grado di fare di più, creare di più, vedere di più e avere un maggiore controllo sui risultati nella matrice del mondo VR.

Tutto questo per dire che, ogni volta che ti togli il visore VR rimuovendo la tua attenzione dalla realtà al suo interno - la realtà di essere un corpo, qualcuno, in qualche cosa, in qualche posto, in qualche tempo - scappi la matrice del labirinto. Come? Semplicemente non ponendovi più la vostra attenzione.

Se la tua attenzione non è più sulla realtà di essere un corpo, qualcuno, in qualche cosa, in qualche luogo, in qualche tempo, allora non diventi un corpo, nessuno, in nessuna cosa, in nessun luogo, in nessun tempo. In quanto tale, andare oltre tutte le tue associazioni conosciute a questa realtà 3D è la porta del campo quantistico. Perché dove ponete la vostra attenzione e consapevolezza è dove mettete la vostra energia, per metterla su una realtà al di là dei sensi - una realtà composta interamente di energia e informazione - è entrare nel campo quantistico.

Ogni volta che lo fai, la tua interazione con questa energia e frequenza coerente (che è il modo in cui le informazioni vengono trasportate e trasmesse) riscrive il codice del visore VR. Riscrivendo il codice, cambi la tua esperienza di questa realtà 3D. Perché?

Perché non vediamo le cose come sono, vediamo le cose come siamo. È così che possono evolversi la tua percezione e comprensione del gioco.

Ancora più importante, tuttavia, non è possibile aggiornare l'esperienza VR dall'interno del visore. Quando sei all'interno delle cuffie, puoi solo sperimentare quel mondo uguale a le regole che sono programmate in esso. Quindi, al fine di creare un vantaggio maggiore in dal mondo VR, dovrebbe essere riprogrammato al di fuori il visore VR.

Quando la nostra comunità distoglie tutta la loro attenzione dal mondo materiale 3D conosciuto, si sposta nella coerenza del cervello e del cuore e pone tutta la loro attenzione e consapevolezza sull'energia dell'ignoto, sono in grado di trasdurre le informazioni trasportate su frequenze diverse dal campo quantistico. In questa esperienza sensoriale completa che sorge attraverso la traduzione dell'energia in immagini, per l'individuo che interagisce con queste frequenze di energia, la loro esperienza interiore è reale, se non più reale, della loro esperienza esteriore.

Poiché l'esperienza arricchisce i circuiti cerebrali, che quindi produce feedback nel corpo sotto forma di emozioni, ora hanno ampliato il loro spettro di percezione nel visore VR e il risultato è un aggiornamento biologico nel corpo in cui sperimentano il mondo VR .

(Se ti sei perso la parte I, puoi leggerlo qui)
Restate sintonizzati per la parte III.

Noi crediamo

possibilità

il potere di cambiare noi stessi

la capacità del corpo di guarire

il raro

celebrare la vita

miracoli

un amore superiore

futuro

atteggiamento

prova

altro

l'invisibile

saggezza

I nostri figli

sincronicità

libertà

i nostri anziani

mente sulla materia

Credi? Unisciti al movimento

* Completando questo modulo ti iscrivi per ricevere le nostre e-mail e puoi cancellarti in qualsiasi momento