traduzione mancante: en.general.general.skip_content

Il carrello

Chiudi Carrello

Tutto il mondo è un palcoscenico, parte III - L'atto del divenire

Dr Joe Dispenza / 11 aprile 2023

All the World’s a Stage, Part III – The Act of Becoming

Di recente, abbiamo esplorato i talenti ei metodi che gli attori usano quando assumono un nuovo personaggio e come possiamo applicare abilità simili alla nostra pratica.

Nella Parte I di questa serie, abbiamo esaminato l'idea che sia la vita in questo mondo 3-D per tutti i nostri marchi storici un atto... che siamo per tutti i nostri marchi storici attori su un palcoscenico – eroi in viaggio – in questo piano di dimostrazione. Potete leggerlo qui.

Nella Parte II, ci siamo concentrati sulle prove e sulla ripetizione come pratiche essenziali per diventare un nuovo personaggio – con alcune domande aperte progettate per aiutarci a immaginare come penseremo, sentiremo e ci comporteremo come quella nuova personalità che crea una nuova realtà personale – da protagonista che diventa eroe. Puoi leggere la Parte II qui.

Ora, siamo a un punto del viaggio in cui incontriamo una domanda importante: a cosa servono tutte queste ripetizioni e prove?

 

Esercitarsi con gli occhi aperti

Nel gergo del mondo della recitazione, il lavoro che gli attori fanno per ricoprire un nuovo ruolo: memorizzare la sceneggiatura; impara le loro battute; esercitarsi a parlare e muoversi come quella nuova persona - è in definitiva per una performance, in cui incarnano pienamente quel personaggio per tutta la durata dello spettacolo.

In termini di nostro lavoro, quando pratichiamo il provare emozioni elevate, pensare nuovi pensieri e comportarci in modi nuovi nella meditazione, è così che alla fine possiamo sostenere quei sentimenti, pensieri e azioni nella nostra vita quotidiana.

Si tratta di esercitarsi con gli occhi aperti. Ed è così che ho sviluppato il mio approccio alle Meditazioni Camminate.

 

Meditazioni ambulanti: l'atto del divenire

È importante ricordare che tutto il tempo, lo sforzo e la pratica che mettiamo nelle nostre meditazioni – seduti e sdraiati – non è semplicemente per fare una buona meditazione. Non stiamo praticando per quell'ora ogni mattina – diventando nessun corpo, nessuno, nessuna cosa, nessun dove, in nessun tempo; entrare nel regno illimitato dei potenziali sconosciuti; risvegliati nei nostri cuori e cervelli coerenti – per poi risalire, immutati, e ritornare ai modelli automatici della vecchia personalità.

Il nostro obiettivo è elevarci dalla nostra meditazione come una nuova persona, provare nuovi sentimenti, pensare nuovi pensieri e impegnarci in nuovi comportamenti... e poi rimanere svegli ai nostri giorni, praticando come ci si sente ad incarnare quel nuovo personaggio.

Le Meditazioni Camminate ci danno l'opportunità di fare proprio questo. Se possiamo considerare le nostre meditazioni sedute o sdraiate come una prova, allora le Meditazioni Camminate sono più simili alla performance: l'atto del divenire.

 

"Camminare" attraverso una passeggiata: incarnare il tuo sé futuro

Ecco cosa potresti sperimentare quando pratichi la Walking Meditation.

Quando inizi, stai fermo con gli occhi chiusi. Proprio come hai fatto da seduto, ora ti chiedo di evolvere la tua esperienza e di praticare qualcosa di simile stando in piedi. Nella meditazione guidata, ti concentri e pensi a chi non vuoi più essere e a chi sei pronto a diventare. Ti ricordi chi sei, chi sei veramente sono, come il tuo sé autentico.

Con gli occhi chiusi mentre ti alzi, ti sintonizzi con il tuo cuore... e respiri... e alla fine senti l'energia del tuo cuore che interagisce con il tuo cervello. Continui a ricordare chi sei.

E poi, apri gli occhi. Voi camminare come esso. E, quando cammini, i tuoi sensi raccolgono segnali dal tuo mondo esterno - mentre, allo stesso tempo, mantieni la tua consapevolezza sul tuo interno mondo di pensieri e sentimenti. E bilancia i due.

Mentre cammini, stai imparando come ci si sente a fare la stessa cosa che hai fatto con gli occhi chiusi: creare e sostenere la mente e la coerenza del cuore; rilassato nel cuore; sveglio nel cervello – con gli occhi aperti. Stai praticando come ci si sente a incarnare il futuro tu stai diventando. Stai "camminando così" - senza essere distratto da nessuno o niente - quindi puoi effettivamente fare la stessa cosa nella tua vita quotidiana.

E se continui a farlo, diventa più automatico e più intrinseco, proprio come gli attori si sentono più a loro agio nei loro nuovi personaggi. Man mano che provano, mentre si esibiscono, la loro performance diventa più naturale e autentica; meno strutturato e rigido. Usando strumenti simili di prove e ripetizioni, stai sviluppando una nuova abitudine. Stai abitando un nuovo sé. E quando sei davvero dentro quel nuovo personaggio, non c'è finzione. È solo reale. Lo sei diventato.

E più cammini, più ti sentirai rilassato in quella nuova personalità. Con gli occhi aperti, impari a mantenere maggiore attenzione sul tuo mondo interiore.

Continua a esercitarti a incarnare quel personaggio nell'atto e lo farai davvero diventare quel personaggio.

 

Stare svegli ai nostri giorni; Rimanere svegli nella nostra vita

Proprio come ci sono più esibizioni nel corso di uno spettacolo, dobbiamo continuare a presentarci "sul palco" ancora e ancora. Continuiamo a camminare. Continuiamo a praticare come ci si sente a incarnare quella nuova personalità con una nuova realtà personale.

Dobbiamo continuare a praticare con gli occhi aperti, perché quando torniamo alla nostra vita quotidiana e alle nostre attività, l'impostazione predefinita è così potente, tutto ciò che serve è una persona o una cosa - o anche un pensiero vagante che sfugge alla nostra consapevolezza senza essere notato - e improvvisamente tutta la nostra attenzione lascia il nostro mondo interiore di pensieri e sentimenti ed è nuovamente diretta al nostro mondo esterno ... e noi tornare al vecchio sé.

Quindi, camminiamo per incarnare il nuovo sé. Camminiamo per esercitarci. Pratichiamo l'essere in un nuovo corpo, vivere in uno spazio e in un tempo completamente nuovi.

È possibile, se pratichiamo l'essere divini, possiamo farlo diventare divino. Se pratichiamo l'essere illimitati, possiamo diventare illimitati. Se pratichiamo l'essere liberi, possiamo diventare liberi. Se pratichiamo l'essere integri, possiamo guarire. Se pratichiamo l'essere mistici, possiamo diventare mistici. Se pratichiamo la gentilezza, possiamo diventare gentilezza.

Pratichiamo la cura. E rilassato. E sveglio. Pratichiamo... finché non riusciamo a rimanere svegli nelle nostre vite. Pratichiamo così tante volte che diventiamo... qualunque cosa vogliamo diventare.

 

Il viaggio verso la libertà

Ho scoperto, nella mia pratica, che non c'è modo migliore per rompere l'abitudine di essere me stesso della Meditazione Camminata. Ogni volta che sono stato coinvolto nell'atto di essere la stessa persona e non riesco ad andare oltre, è un ostacolo alla crescita e all'evoluzione personale. Ma quando posso allungarmi e diventare qualcun altro nella meditazione camminata, dopo mi sento sempre molto meglio. È un modo per evadere... sfondare... e liberarsi.

A differenza degli attori, non c'è mai davvero fine alla "corsa" del nostro spettacolo. Siamo sempre in una fase di prove, ripetizioni, prove ed esibizioni. Possiamo trasformare la nostra intera vita in un viaggio da eroe, senza fine. Abbiamo la libertà di scrivere le battute, cambiare la sceneggiatura e dirigere l'azione.

Con fantasia, pratica e impegno, possiamo creare scenografie e luci. Possiamo creare l'intero sfondo. Possiamo chiedere un'altra ripresa quando inciampiamo o perdiamo un segnale. Siamo anche quella persona sul lato del palco che sussurra le battute che abbiamo provato quando ci blocchiamo o vogliamo tornare a una vecchia personalità. Questa è la nostra coscienza, che ci richiama sul sentiero. Alla passeggiata. Al viaggio dell'eroe... verso la libertà.

Possiamo continuare a inventare e reinventare nuovi ruoli; nuovi personaggi. Continua a scoprire nuove avventure e sfide. E possiamo continuare a esercitarci... continuare a esibirci... continuare a diventare... finché la scena non si svolge esattamente come vogliamo.

Noi crediamo. Ci comportiamo bene. Diventiamo.

 

 

Cammina come esso: per praticare con gli occhi aperti, prova la nostra Meditazione del mese – Meditazione camminata 4: condizionare il tuo corpo a una nuova mente – disponibile con uno sconto del 15% fino al 30 aprile 2023.

Noi crediamo

possibilità

il potere di cambiare noi stessi

la capacità del corpo di guarire

il raro

celebrare la vita

miracoli

un amore superiore

futuro

atteggiamento

prova

altro

l'invisibile

saggezza

I nostri figli

sincronicità

libertà

i nostri anziani

mente sulla materia

Credi? Unisciti al movimento

* Completando questo modulo ti iscrivi per ricevere le nostre e-mail e puoi cancellarti in qualsiasi momento