traduzione mancante: en.general.general.skip_content

Il carrello

Chiudi Carrello

Può la mente curare il morbo di Parkinson?

Joe Dispenza / 29 luglio 2015

Can the Mind Heal Parkinson's?

La medicina moderna ha cambiato il corso della storia umana. I progressi nella prevenzione e nella cura delle malattie ci hanno permesso di vivere vite più lunghe e più sane. La nostra conoscenza ampliata del corpo umano ha fornito ordine a quello che sembrava un caos. Attualmente abbiamo più controllo del nostro destino rispetto a qualsiasi altro momento nella storia.

Tuttavia, per tutti i progressi della scienza e della medicina rimangono molte risposte. Il punto di forza dell'attuale metodologia occidentale è la sua dipendenza dalle prove raccolte attraverso lo studio e / o la sperimentazione. Questa forza può anche essere vista come una debolezza perché qualsiasi cosa vista come non "mainstream" viene ignorata o ridicolizzata fino al punto di essere irrilevante.

Una propaggine di questa filosofia è la convinzione di lunga data che la mente e il corpo siano due sistemi diversi che non hanno alcuna influenza l'uno sull'altro. Solo pochi anni fa l'idea che i tuoi pensieri possano avere un impatto positivo o negativo sul tuo corpo sarebbe stata derisa come pseudo-scienza. Ora, grazie in parte al processo che ho descritto sopra, stiamo iniziando a capire che questi sistemi sono intimamente connessi.

Nei nostri seminari parlo del rapporto tra mente e corpo. Io sostengo che per la maggior parte di noi il corpo is la mente. Questo concetto può sembrare strano ma ha senso quando pensi alla tua realtà attuale. La tua giornata consiste in gran parte nella routine. Ti alzi contemporaneamente, fai la doccia, mangi, vai a lavorare e poi torni a casa. Probabilmente prendi la stessa strada tra l'ufficio e la casa. Puoi anche mangiare la stessa colazione e il pranzo.

Un'abitudine è quando il corpo diventa la mente. La mente collega questa routine al tuo cervello e al tuo corpo e ben presto tutto è automatico. Ora, estendiamo questa idea al tuo mondo interiore. Di 'che sei seduto nel traffico (di nuovo). Le auto avanzano lentamente. Inizi a sentire il tuo collo stringersi e il tuo petto contrarsi. Stai pensando a come arriverai in ritardo, il che suscita una reazione neurochimica molto specifica.

Questo ciclo non si applica solo alle situazioni stressanti. Lo rafforziamo continuamente, sia attraverso il dialogo interiore che limitando le nostre esperienze. Pensa a quando stai cercando di perdere peso ma non sembra andare da nessuna parte. All'inizio potresti vedere dei progressi, ma alla fine il dubbio si insinua e ricadi nella tua vecchia routine.

Perché succede questo? Immagina di provare a riparare un tetto che perde cambiando solo le tegole. In superficie tutto sembra migliore, ma sotto ci sono ancora danni che devono essere risolti. Lo stesso vale quando si tratta di apportare cambiamenti positivi duraturi nelle nostre vite. Non possiamo creare un nuovo futuro basato su pensieri, sentimenti ed esperienze passati. Stiamo essenzialmente usando vecchi materiali per provare a costruire qualcosa di nuovo.

Sappiamo che la connessione tra la nostra mente e il nostro corpo è potente. In effetti, non c'è mai un momento in cui la mente non stia influenzando il corpo e il corpo non stia influenzando la mente. In un precedente settimana Ho raccontato la storia di un paziente che ha frainteso una diagnosi. Quando il dottore ha detto che soffriva di TS credeva che intendesse una situazione terminale. In realtà, TS è l'abbreviazione di stenosi tricuspide che è un tipo di insufficienza cardiaca congestizia non pericolosa per la vita. Il paziente peggiorò costantemente e morì poche ore dopo.

Questo è un esempio triste ma anche illustrativo. La donna in questa storia credeva di morire con una tale intensità che il suo cervello e il suo corpo rispondevano come se fossero realmente in difficoltà. Se l'interazione tra la nostra mente e il nostro corpo è così forte, può fare il contrario? Può promuovere la guarigione?

La risposta è si. L'ho visto accadere innumerevoli volte. Uno dei miei esempi preferiti riguarda una mia studentessa di nome Michelle. A Michelle è stato diagnosticato il morbo di Parkinson nel 2011. Ha iniziato a prendere farmaci subito dopo, ma non ha notato alcun cambiamento nei suoi sintomi. Michelle ha iniziato a venire ai miei seminari nel novembre 2012 e le sue condizioni hanno iniziato a cambiare in meglio.

[fusion_builder_container 1_percent = "yes" overflow = "visible"] [fusion_builder_row] [fusion_builder_column type = "1_0" background_position = "left top" background_color = "" border_size = "" border_color = "" border_style = "solid" spacing = "yes "background_image =" "background_repeat =" no-repeat "padding =" "margin_top =" 0px "margin_bottom =" 0.3px "class =" "id =" "animation_type =" "animation_speed =" XNUMX "animation_direction =" left "hide_on_mobile = "no" center_content = "no" min_height = "none"]

La scansione del cervello di Michelle da febbraio 2013. Le aree blu indicano un livello ridotto di attività cognitiva. La scansione del cervello di Michelle da febbraio 2013. Le aree blu indicano un livello ridotto di attività cognitiva.

 

Michelle ha avuto altri fattori di stress nella sua vita che hanno esacerbato le sue condizioni. Sua madre si è ammalata e sua sorella ha avuto un ictus. Ciò significava che Michelle trascorse i prossimi mesi in viaggio. Abbiamo iniziato a fare scansioni cerebrali nei nostri seminari per vedere l'impatto del lavoro. Il lavoro prevede l'uso della meditazione per aiutare a cambiare neurologicamente e chimicamente il cervello per produrre risultati diversi. È possibile leggere una descrizione più completa del processo facendo clic su per saperne di più, clicca qui.

Le scansioni rivelate hanno prodotto alcuni risultati interessanti. Abbiamo scansionato Michelle e l'inizio di uno dei nostri seminari avanzati. Abbiamo riscontrato alti livelli di iperattività e incoerenza. Abbiamo testato di nuovo Michelle pochi giorni dopo, verso la fine del seminario. Il suo cervello era diventato più calmo, equilibrato e coerente. Forse ancora più importante non stava vivendo tremori involontari, spasmi o problemi motori che sono tipicamente associati al Parkinson.

Michelle è stata in grado di apportare un cambiamento positivo nella sua vita abbracciandosi senza trascurare la connessione mente / corpo. Le sue scansioni e quelle degli altri mostrano che è possibile guarire noi stessi solo con il pensiero. Puoi farlo ma richiede di uscire dal familiare, fuori dal mainstream - o conosciuto - e nell'ignoto. Naturalmente, stiamo sfumando quelle linee nei nostri seminari.

 

[/ fusion_builder_column] [fusion_builder_column type = "1_1" background_position = "left top" background_color = "" border_size = "" border_color = "" border_style = "solid" spacing = "yes" background_image = "" background_repeat = "no-repeat" padding = "" margin_top = "0px" margin_bottom = "0px" class = "" id = "" animation_type = "" animation_speed = "0.3" animation_direction = "left" hide_on_mobile = "no" center_content = "no" min_height = "nessuno "]

La scansione di follow-up di Michelle nel febbraio 2013 dopo il seminario avanzato di quattro giorni. Le aree verdi nelle immagini rappresentano un'attività cerebrale normale ed equilibrata. La scansione di follow-up di Michelle nel febbraio 2013 dopo il seminario avanzato di quattro giorni. Le aree verdi nelle immagini rappresentano un'attività cerebrale normale ed equilibrata.

 

[/ fusion_builder_column] [fusion_builder_column type = "1_1" background_position = "left top" background_color = "" border_size = "" border_color = "" border_style = "solid" spacing = "yes" background_image = "" background_repeat = "no-repeat" padding = "" margin_top = "0px" margin_bottom = "0px" class = "" id = "" animation_type = "" animation_speed = "0.3" animation_direction = "left" hide_on_mobile = "no" center_content = "no" min_height = "nessuno "]

La scansione del cervello di Michelle del giugno 2013. Come puoi vedere, sta ancora migliorando.
La scansione del cervello di Michelle da giugno 2013. Come puoi vedere sta ancora migliorando.

 

 

 

Noi crediamo

possibilità

il potere di cambiare noi stessi

la capacità del corpo di guarire

il raro

celebrare la vita

miracoli

un amore superiore

futuro

atteggiamento

prova

altro

l'invisibile

saggezza

I nostri figli

sincronicità

libertà

i nostri anziani

mente sulla materia

Credi? Unisciti al movimento

* Completando questo modulo ti iscrivi per ricevere le nostre e-mail e puoi cancellarti in qualsiasi momento