traduzione mancante: en.general.general.skip_content

Il carrello

Chiudi Carrello

Apertura del vaso di Pandora, parte II: scoprire cosa c'è dall'altra parte

Dr Joe Dispenza / 15 luglio 2022

Opening Pandora’s Box, Part II: Finding Out What’s on the Other Side

Nel mio ultimo post sul blog, ho condiviso con te alcune domande che abbiamo ricevuto dalle persone - di solito all'inizio della loro pratica - su strani sogni e visioni. In Parte I dell'apertura del vaso di Pandora, ho scritto sul perché queste esperienze sorgono e sulle opportunità che portano.

Oggi parlerò di cosa succede quando varchiamo quella soglia della scoperta e affrontiamo l'ignoto.

Per leggere la Parte I dell'Apertura del vaso di Pandora, clicca qui.

Superare il corpo

Parliamo spesso, in questo lavoro, di stabilizzare il corpo e superare le resistenze. Di stare seduto con disagio abbastanza a lungo da scoprire cosa c'è dall'altra parte. Quando abbiamo un sogno o una visione che ci mette a disagio o ci spaventa, c'è una forte inclinazione a scappare – o ad abbandonare.

Potresti vederlo come una risposta abituale; in un altro modo il corpo cerca di suscitare ed evocare una reazione; un modo in cui cerca di dirottare la nostra energia nel passato familiare o nel futuro prevedibile.

Molte volte, quando siamo in uno stato di sogno – dove il corpo dorme, ma la mente è rilassata e sveglia – siamo nelle onde cerebrali theta. La porta del subconscio è spalancata.

Pensa al theta come a uno stato molto ipnotico o suggestionabile; uno in cui le informazioni possono facilmente fluire dentro e fuori dal nostro subconscio. E con questo flusso arrivano ricordi ed esperienze che tendono ad avere elevate cariche emotive. Come mai? Perché questo è ciò che è immagazzinato nel corpo, quando è stato condizionato per essere la mente.

Se cediamo alla paura durante questi eventi altamente carichi e reagiamo con una forte emozione, quella è una risposta condizionata. In un senso molto reale, stiamo reagendo allo stesso modo della vita quotidiana. Stiamo alimentando e alimentando le stesse reazioni modellate che ci tengono nel passato conosciuto – perché quelle emozioni sono a registrazione del passato.

Ma quando diamo la nostra energia alla paura... o alla reazione... o all'entità che ci spaventa, we non arrivare mai al punto di trasformare quell'energia in qualcos'altro.

A volte, questi sogni e visioni possono assumere una vita propria, formando una relazione parassitaria con noi. Quelle entità e forme pensiero raccolgono la nostra energia e attenzione, incombendo sempre più nella nostra immaginazione e realtà emotiva. Interferiscono con la nostra capacità di superarli.

Ma se possiamo imparare a sederci con il disagio e superarlo… se possiamo astenerci dal giudicare l'esperienza come “buona” o “cattiva”… ci si apre un mondo completamente nuovo.

 

Applicare ciò che abbiamo imparato

Come ci arriviamo? Attraverso la disciplina e la pratica. Quando siamo nella nostra meditazione, e qualcosa di preoccupante o di disagio sorge, ci sediamo attraverso di essa. Guardiamo direttamente le nostre emozioni e ci rilassiamo dentro. Dominiamo i sentimenti che mantengono vivi i sogni nelle nostre menti - da superamento Loro.

Stabiliamo il corpo nel momento presente e ne padroneggiamo le abitudini e il forte condizionamento emotivo. Prima o poi, tutta quell'energia stimolata se ne andrà mossa. E quando lo farà, lo libereremo – proprio fuori dal corpo.

Questo è il momento in cui finalmente ci liberiamo dalle emozioni del passato e dalle stesse abitudini che ci tengono legati allo stesso futuro. E, con quell'energia liberata, siamo liberi di creare una nuova vita brillante.

Se il passato familiare è il noto e il futuro prevedibile è il noto, allora questo momento – il momento generoso, presente – è il Sconosciuto.

 

L'ignoto: la sede della creatività illimitata

Come per ogni aspetto della nostra pratica, il lavoro onirico è un'altra opportunità per essere lo scienziato nelle nostre vite e far evolvere la nostra esperienza. Man mano che diventeremo più bravi a indugiare in questi diversi stati delle onde cerebrali, specialmente in theta, scopriremo di avere sogni e visioni di ordine superiore. Più lucido e più profondo – con emozioni più elevate.

Considerare le nostre vite e la nostra pratica come un esperimento in continua evoluzione significa che interroghiamo la nostra esperienza con volontà e onestà. Tutte le informazioni sono utile informazione. E possiamo imparare da qualunque cosa si presenti.

L'informazione più importante non deriva dall'analisi del sogno, ma dalla comprensione del emozioni evocato dal sogno – e il lavoro che dobbiamo fare per cambiare quelle emozioni durante le nostre meditazioni... cambiando noi stessi.

Quell'energia immagazzinata; la nostra “ombra” o sé nascosto; deve uscire e venire. E viene fuori in tutti i tipi di modi interessanti e insoliti. A volte sembra sfavorevole, proprio come la vita. È importante ricordare di non giudicare o analizzare eccessivamente nulla di tutto ciò. Per rimanere curiosi e aperti. E per ricordare, in definitiva, abbiamo il potere di creare i nostri sogni... proprio come abbiamo il potere di creare la nostra realtà.

Si tratta davvero di questo. Le emozioni sono energia. E l'energia è frequenza, derivata dai nostri pensieri. Quindi dobbiamo trasformare i nostri pensieri e sentimenti - e trasformare l'energia della frequenza o l'emozione di quei pensieri. Quando lo faremo, i nostri sogni cambieranno. E anche la nostra esperienza cambierà.

Quando smettiamo di reagire nei nostri modi abituali, le nostre risposte ai sogni non saranno un ostacolo al progresso. Invece, saranno un invito all'ignoto. Un portale verso il campo delle infinite possibilità e di altre dimensioni. Un altro strumento per la creazione illimitata.

 

 

Resta sintonizzato per ulteriori informazioni su questo argomento in una prossima sessione del Dr Joe Live. Per prendere parte a queste conversazioni mensili con il dottor Joe, visita la nostra pagina Dr Joe Live. E, per condividere la tua esperienza sull'attraversamento della soglia e sul lavoro dei sogni, commenta di seguito.

Noi crediamo

possibilità

il potere di cambiare noi stessi

la capacità del corpo di guarire

il raro

celebrare la vita

miracoli

un amore superiore

futuro

atteggiamento

prova

altro

l'invisibile

saggezza

I nostri figli

sincronicità

libertà

i nostri anziani

mente sulla materia

Credi? Unisciti al movimento

* Completando questo modulo ti iscrivi per ricevere le nostre e-mail e puoi cancellarti in qualsiasi momento